Menu
Io la conoscevo..

Io la conoscevo..

-Hai sentito?-Cosa?-Quella… quella che si è ammazzata..-Ma chi?-Ma dai.. quella.. castana, alta, mezza età..non era mica di qua, ci viveva da qualche anno.-Scusate ma parlate di quella che si è ammazzata? Si? Io ho capito chi è.. la servivo spesso, prendeva sempre lo...
Boato

Boato

Salgo le scale d’un sol fiato,per raggiungere il mio cavallo alato,ma con sorpresa e con stupore,ecco cosa vedo nascosto dietro un fiore:un Principe con un gran mantello,accompagnato dal suo menestrello,si muovono nella mia direzione,cantando insieme una...
Lo spettro di cemento – capitolo 4

Lo spettro di cemento – capitolo 4

Antonio Coletti, leader del partito cultural-democratico, è imprigionato in un vicolo inspiegabilmente senza fine nel quale è stato condotto incidentalmente da Kevin, un bambino affetto da autismo. Ma presto scopre di essere alla mercé di una misteriosa voce che lo chiama al telefono e la quale sembra determinata a voler saldare un conto in sospeso. La sua identità sembra appartenere a Veronica Cossa, una ragazza con cui lui aveva avuto una storia durante gli anni universitari e che era misteriosamente scomparsa da quindici anni.

Pensieri per due papà.

Pensieri per due papà.

Chi l’ha detto che un papà è solo quello biologico. Io ho avuto la fortuna di averne due, il primo mi ha insegnato che l’amore bisogna sudarselo e il secondo l’ha smentito vigorosamente, facendomi crescere con l’idea che l’amore sia in tutte le cose