Menu

Applaudivo, continuavo ad applaudire, non smettevo di applaudire mio marito e Antoine. Nuovamente primi nella gara sulla Senna di canottaggio. Il blu mi sta bene continuavo a ripetermi abbassando lo sguardo sul mio vestito e il capellino bianco di stoffa ruvida con gocce di blu addolcisce il mio viso. Gli occhi di gioia di mio marito e di Antoine sono su di me, quel silenzio di sguardi di felicità di vittoria. Si festeggia tutti insieme  intorno a un tavolo di legno grezzo coperto da una tovaglia di seta bianca. Il vino scivola come un fiume in piena dal fiasco al bicchiere e io bevo, bevo per non sentire la mia bocca incapace di parlare, le gambe che ballano sotto il tavolo, il cuore nella pelle. Antoine non starmi cosi vicino, ti prego, e invece si non ti muovere continua a parlare con  mio marito come niente fosse, il tuo braccio avvolto nella manica di una camicia bianca elegante accanto al mio vestito di blu, i brividi su e giù  per la schiena, riaffiora ricordo di quel bacio mai dimenticato quando gli alberi iniziano a spogliarsi nascosti dietro alle canoe, e ora sono in fiore e io vorrei ancora quel bacio e tanti altri.

Qualche informazione su Roberta La Placa

Vedi tutti i post
No Posts for this author.
[Voti: 0   Media: 0/5]
0