Menu

La settimana dell’aspirante scrittore

laboratorio di scrittura creativa dal 20 al 25 luglio

Cos’è

La settimana dell’aspirate scrittore è una settimana pensata per tutti coloro che amano scrivere: un laboratorio gratuito di scrittura creativa con lezioni, esercizi, possibilità di condivisione e confronto con la community e consigli professionali su come migliorare.
Una settimana che ti puoi regalare, per dedicarti finalmente ai tuoi sogni di scrittura.

 

Come funziona

  • Dopo esserti iscritto al percorso (puoi farlo qui), riceverai una mail al giorno, dal 20 al 24 luglio, con una mini lezione e un esercizio di scrittura creativa per metterti alla prova; ogni mail conterrà il tempo stimato per la lettura e la scrittura, in modo che tu possa organizzarti per ritagliarti il giusto tempo per dedicarti alla tua passione.
  • Una volta scritto il tuo racconto, pubblicalo attraverso il form qui sotto. Non sei registrato? Registrati qui con pochi click e poi potrai caricare i tuoi scritti, ma anche leggere e commentare anche i racconti dei tuoi compagni di viaggio: viva la condivisione!
  • Sabato 25 luglio alle 11.30 Alba Grazioli e Marianna Brogi faranno una diretta Facebook sulla pagina di Geeko Editor in cui commenteranno il percorso fatto insieme e daranno consigli professionali su come migliorare a tutti i partecipanti.
  • Subito dopo la diretta, riceverai una mail bonus con due sorprese legate al mondo della scrittura, con un’anteprima esclusiva per chi avrà partecipato al percorso.

Buon divertimento!

Gli argomenti del corso

  • Lunedì 20 luglio: come superare il blocco dello scrittore e allenarti a scrivere con costanza e continuità;
  • Martedì 21 luglio: l’importanza delle immagini nella scrittura e come scrivere un racconto per immagini;
  • Mercoledì 22 luglio: come creare una struttura narrativa solida, riconoscendo le varie fasi del racconto;
  • Giovedì 23 luglio: come costruire i vari personaggi del racconto, dai ruoli alle caratteristiche;
  • Venerdì 24 luglio: inserire il conflitto all’interno della narrazione.

Carica qui i tuoi racconti

In questa sezione puoi condividere con la community i racconti che scrivi.

Per caricare il tuo racconto devi prima registrarti! Clicca qui

I racconti della settimana dell’aspirante scrittore

Qui trovi tutti i racconti dei partecipanti: basta un click per leggerli e commentarli!

 

KODAK 2

KODAK 2

Erano passati mesi dall’incidente, la sua macchina accartocciata sulla statale era ormai solo un ricordo sbiadito ai più. Amici, familiari tutti così cortesi e accondiscendenti. Forse era la carrozzina a far compassione. Nessuno gli aveva dato un pugno in faccia....

leggi tutto
KODAK

KODAK

Succhiava dalla cannuccia della Coca Cola troppo gassata per dissetarlo. Come facevano a mettere così tante bolle? E perché si ostinava a berla? Avrebbe potuto ordinare qualsiasi cosa ma dal giorno dell’incidente, tutto gli fregava molto poco. Basta, era imbevibile....

leggi tutto
IL PESCIOLINO E L’UOMO PESCE

IL PESCIOLINO E L’UOMO PESCE

Che caldo questo sole, è ora di buttarsi in mare. Mio nonno con la sigaretta in bocca annuisce contento, è lui che mi ha insegnato a nuotare, mi chiama il suo Pesciolino. È bravo lui, fa le gare lui, e batte quasi tutti. Sorride con gli occhi mentre il fumo gli copre...

leggi tutto
Vetro ed Ebano (conflitto)

Vetro ed Ebano (conflitto)

All'alba del secondo giorno, Guanto Verde entrò nella cella, si accovacció accanto al prigioniero e rise, nel vederlo addormentato. Passarono pochi secondi, quando Miguel avvertì nel sonno un violento calore avvolgerlo e farlo sudare. Si svegliò di soprassalto,...

leggi tutto
Eliot

Eliot

Eliot viveva assieme alla sua famiglia in un piccolo paese della Scozia. La sua vita era quella di un normalissimo ragazzino di 12 anni. Niente di diverso o speciale, anzi per lui era tutto monotono. Si annoiava e spesso, quando guardava fuori dalla finestra della sua...

leggi tutto
Una crepa nel ghiaccio – Fight or Flight

Una crepa nel ghiaccio – Fight or Flight

Sofia aveva accettato la proposta di gareggiare in coppia solo per non restare troppo tempo lontana dal ghiaccio. Erano passati solo due mesi dal suo incidente e già stava impazzendo ma mai si sarebbe aspettata una cosa simile: gli allenamenti erano estenuanti non...

leggi tutto

I racconti della settimana dell’aspirante scrittore: Lezione 1 – Allenamento e blocco dello scrittore

Esercizio: Metti una canzone o una playlist di musiche a tua scelta, chiudi gli occhi, rilassati e abbandonati alla musica. Quali immagini ti vengono in mente? Che colori, che paesaggi vedi? Riesci a visualizzare delle persone, dei movimenti, delle azioni, delle situazioni? Lasciati trascinare dal flusso della musica e comincia a descrivere le immagini che ti sta suggerendo. Scrivi un breve racconto (massimo 3600 caratteri, spazi inclusi) basato su queste immagini.

 

In Cammino per le ali

In Cammino per le ali

Sulle strade andare senza fare un passo solo un pensiero. Pensieri d'emozioni confuse , eccomi sono qui! Sto camminando da molto, mi guardo attorno, in attesa di un bosco ma trovo solo cemento. Cammino ancora un poco, forse dietro quella salita o forse dopo chissà....

leggi tutto
UN ALTRO TRASLOCO

UN ALTRO TRASLOCO

Un altro trasloco. Ebbe si!!! Un altro trasloco. Avevo sempre saputo che questa casa non sarebbe mai stata la mia ultima abitazione, in fin dei conti, anche qui sono in affitto ma speravo di poterci restare un po' più a lungo delle altre e invece, nulla…..devo...

leggi tutto
Il posto di blocco

Il posto di blocco

Anche quella mattina uscii come al solito intorno alle 10 per andare al lavoro. Quella volta, a dire il vero, era un po' più tardi. Infatti quando andai a salutare il mio cane Taro, un siberiano husky bianco e rosso che avevo salvato da una serie di abbandoni, presi...

leggi tutto
Io e l’ Alzheimer storie di amorevole follia

Io e l’ Alzheimer storie di amorevole follia

"Devo andare a casa"... è stata la mia prima grande sfida che l'Alzheimer mi lanciava, il vagabondare, "devo andare a casa" questa era la frase che mia madre ripeteva sempre in modo compulsivo e che ormai aveva possedu8la mia mente, riecheggiava anche nel silenzio....

leggi tutto
Banana, gelato e brioche

Banana, gelato e brioche

Silvia infila il suo vestito a fiori preferito, prende la borsa di tela poggiata sul divano, ci infila dentro la custodia degli occhiali da sole, un fermaglio per i capelli e l’ultimo libro di Banana Yoshimoto. Le sue sneakers sono decise a portarla al parco, dove...

leggi tutto
It’s now or never

It’s now or never

Luce rossa lampeggiante. Sta arrivando un altro gruppo. Ecco Elvis che si affretta a raggiungere le porte e inizia a cantare, canta sempre lui per l’accoglienza. Forse pensano che sia un buon modo per stupirli, per dare il benvenuto. A me è piaciuto, però non...

leggi tutto
La melopea del cuore

La melopea del cuore

È una donna forte e sensibile allo stesso tempo.Un mare in tempesta o di calma piatta, a seconda del vento che tira. Ma quante ne ha affrontate in questa vita e quanti venti ha sopportato, restando ritta in piedi, piegandosi all’occorrenza, ma senza mai...

leggi tutto
La mia realtà è diversa dalla vostra

La mia realtà è diversa dalla vostra

Un intero mondo di pensieri, idee e sogni fermi lì, ad aspettare di essere tirati fuori dal cassetto.Un infinito intreccio di vite che vivo nella mia mente, trascorrendo le giornate immersa in avventure fantastiche, viaggi nel tempo, storie romantiche, d’azione …...

leggi tutto
Inverno Ingrato

Inverno Ingrato

Camminava con passo affannoso e la neve che scendeva copiosa dal cielo.Suo figlio lo aspettava, guardando fuori dalla finestra, con le sole impronte del padre a scoprire il viale, a ricordargli che il mondo era ancora al suo posto.Teneva un sacchetto, dentro la...

leggi tutto

I racconti della settimana dell’aspirante scrittore – Lezione 2: Racconto per immagini

Esercizio: Osserva La colazione dei canottieri, il famoso quadro di Renoir, e racconta una storia (massimo 3600 caratteri, spazi inclusi), descrivendo  uno o più personaggi e situazioni attraverso dettagli e suggestioni visive. Puoi usare anche gli altri sensi: l’udito, il tatto, l’odorato, il gusto.

 

La colazione dei canottieri

La colazione dei canottieri

«Chi è la cagnolina più carina del mondo, eh? Chi è la più carina che ci sia?» Petite abbaiò due volte e le leccò il viso, e Audre ridacchiò. Nella calura soffocante di quella giornata estiva, anche la leccata umida della sua cagnolina era un toccasana. Con Petite...

leggi tutto
Pensaci, io ti aspetto

Pensaci, io ti aspetto

« Mi raccomando Marianne, non farmi fare brutta figura. Sono settimane che aspettiamo il ritorno dei canottieri. » « Sì, mamma. » « Vestiti come si addice ad una brava ragazza e comportati bene. Pensa a ciò che ti ho detto. » « Sì, mamma. » Da giorni le ripeteva senza...

leggi tutto
La cameriera del bar dei canottieri

La cameriera del bar dei canottieri

Mi chiamo Marie Antoinette e lavoro al bar del circolo. Sono una delle cameriere, una di quelle creature invisibili costrette a correre avanti e indietro con le mani i pegnate da vassoi pieni di cibo e bottiglie di acqua e vino.  Nei giorni di festa sappiamo che è più...

leggi tutto
Questione di prospettiva

Questione di prospettiva

Ormai era diventato un rito quel ritrovo di canottieri. Venivano insieme ad amici e conoscenti per stare tutti in compagnia, consumare del buon cibo e, soprattutto, buon vino! Alphonsine apprezzava quei momenti e adorava osservare i presenti, ascoltare curiosa le loro...

leggi tutto
Tavolo per 2

Tavolo per 2

Era il 21 marzo, era arrivata ufficialmente la primavera. Lucia l’aveva già sentita arrivare qualche giorno fa quando uscendo da casa, inavvertitamente,  si imbatté in quell’aria fresca ma solare, quell’odore di fiori ed il ronzio delle api, quel vociare per le strade...

leggi tutto
Pomeriggio

Pomeriggio

Pauline nascondeva dietro il bicchiere la sua inquietudine e la sua insofferenza. Si sentiva fuori luogo, fuori tempo, fuori tutto e continuava a domandarsi perché avesse seguito Laurel a quel raduno di canottieri. Certo, da sola non si sarebbe mossa, però pensava con...

leggi tutto
MA CHE CI STO A FARE IO QUI?

MA CHE CI STO A FARE IO QUI?

Ma che ci sto a fare io qui? Come al solito mi sono lasciata convincere da Luisa a venire in questo posto. Io lo detesto. Sono abituata a ben altri ambienti. Qui tutto mi sembra sporco e disordinato. Mi aveva assicurato che era quasi deserto e avremmo goduto della...

leggi tutto
Alphonsine

Alphonsine

“E poi ricorda, mostra sempre sincero interesse”. Lo diceva alla fine di ogni lezione di galateo la signora Croisette. E non è che Alphonsine non l’ascoltasse, eccome. Ci rifletteva ore su quella frase. Poteva essere sempre sincera, o mostrare sempre interesse, o...

leggi tutto
Tiny e la giornata al fiume

Tiny e la giornata al fiume

Tiny se ne sta lì a guardare il fiume aspettando con ansia la squadra di canottaggio che è uscita quasi un’ora fa. Fissa l’orizzonte scrutando qua e là in attesa di Charles, il suo padrone. Tiny sa bene che se la vogata va a buon fine, si festeggia nel caffè qui...

leggi tutto

I racconti della settimana dell’aspirante scrittore – Lezione 3: Struttura narrativa

Esercizio: Componi un piccolo racconto di massimo due cartelle (3600 caratteri spazi inclusi) che includa le fasi più importanti della struttura narrativa:

  • Mondo ordinario
  • Richiamo all’avventura
  • Rifiuto del richiamo
  • Incontro con il mentore
  • Prove, alleati, nemici
  • Avvicinamento
  • Prova centrale
  • Ricompensa
  • Via del ritorno, prova decisiva
  • Ritorno con l’elisir

Sono tante, eppure possono essere definite attraverso brevissime azioni e frasi. Perciò lascia perdere le descrizioni e lo stile, oggi non ci servono: concentrati sulle fasi, ti sarà molto utile quando affronterai la stesura di una storia più complessa e, insieme alla creatività, allo stile e alla bellezza della scrittura, dovrai fare i conti con una struttura narrativa vincente.

 

Un’insolita coppia

Un’insolita coppia

La prima cosa che avrebbe potuto saltare agli occhi di chi avesse incontrato Paola per la prima o la seconda volta, era sicuramente la memoria. Paola ricordava perfettamente le date di nascita dei figli delle sue amiche e delle amiche di sua sorella, oltre ai...

leggi tutto
Vetro ed Ebano (Fasi del Racconto)

Vetro ed Ebano (Fasi del Racconto)

Gli abitanti del villaggio stavano affrontando il terzo giorno senz'acqua. Le riserve d’acqua dei pozzi sembravano essersi esaurite. Miguel stava passando la mattinata sull'amaca, senza le forze per muoversi e con la gola arida. Si diresse nei pressi di una delle sue...

leggi tutto
Credere nelle proprie idee

Credere nelle proprie idee

La passione di Nora era allestire la vetrina del negozio per il quale lavorava. La faceva sentire importante perché tutti guardavano le vetrine passeggiando e spesso si fermavano a guardare la sua. Le sue amiche sapevano bene quanto lei tenesse a quel particolare...

leggi tutto
Birra tiepida in bicchiere fluo

Birra tiepida in bicchiere fluo

Camilla aveva appena compiuto trent’anni ed era felice. Aveva curato ogni tassello della sua vita. Un marito che amava, una casa in città, un lavoro soddisfacente, pochi amici preziosi. Appena poteva si metteva in viaggio e le bandierine dei luoghi visitati sulla...

leggi tutto
L’altalena

L’altalena

Non ricordo molto di quello che ho fatto ieri ormai cara Sofia, la malattia mi sta         consumando…peró negli ultimi giorni un’ imagine della mia infanzia mi ritorna in mente ancora e ancora. Voglio condividerla con te perché forse ti sara’ utile come lo é stata...

leggi tutto
I pericoli della campagna

I pericoli della campagna

Paola si versò una tazza di tè e ci aggiunse quattro cucchiaini di zucchero. Colmi. Poi scartò le due brioches, razione giornaliera per colazione, e si apprestò a divorarle. La mamma le disse che se non avesse cominciato a fare qualche passeggiata almeno intorno casa,...

leggi tutto
Una crepa nel ghiaccio

Una crepa nel ghiaccio

Come tutte le mattine Sofia volteggiava da sola in mezzo al bianco della pista di pattinaggio quando, all'atterraggio di un triplo toe loop non sentì il ghiaccio sotto i piedi: aveva perso l’equilibrio atterrando rovinosamente sulla spalla destra e sbattendo la testa....

leggi tutto
Mettersi in mostra

Mettersi in mostra

Nora abitava con i suoi genitori vicino al negozio nel quale lavorava. Lo raggiungeva comodamente a piedi, era il primo e unico lavoro che avesse mai fatto. Le sue giornate trascorrevano sempre uguali: sveglia, lavoro, pranzo, ancora lavoro e uscita con le sue amiche...

leggi tutto
Teddy

Teddy

Teddy non partecipava molto alla vita intorno, in genere preferiva la parte di spettatore a quella di attore. Spesso Angel, Barbie, Ken, Yoghi e tutti gli altri provavano a spingerlo a seguirli, in genere di notte, quando in casa tutti dormivano, era più facile salire...

leggi tutto

I racconti della settimana dell’aspirante scrittore – Lezione 4: Personaggi

Esercizio: Riprendi il racconto scritto per l’esercizio di ieri, aggiungi una definizione maggiore dei personaggi attraverso le funzioni narrative sopra descritte (se non tutte, non importa!) e una sfumatura di caratterizzazione (è sufficiente un accenno) che è solo di quel personaggio. Oggi lascia indietro la struttura narrativa su cui ti sei concentrato ieri, non importa! Dai spessore e funzione ai personaggi. Massima lunghezza del racconto: 3600 caratteri spazi inclusi.

 

Teddy e io

Teddy e io

Un giorno lessi di un uomo che conservava, appesi ad un albero, bambole,bambolotti, peluches e tutti quegli oggettie balocchi che, in qualche modo e in in qualche tempo erano stati amati. Affermava che questi balocchi non hanno una vera anima e non sono veramente...

leggi tutto
Sandro e la signora Rossi

Sandro e la signora Rossi

Sandro è il moroso della signora Rossi e da sempre gestisce il negozio di famiglia ereditato senza entusiasmo dai suoi genitori che glie lo hanno affidato, all'inizio degli anni duemila, quando sono andati in pensione. Ha superato le crisi piccole e grandi che si sono...

leggi tutto
Una crepa nel ghiaccio – backstage

Una crepa nel ghiaccio – backstage

La prima lezione di pattinaggio significò tutto per Sofia che, da quel giorno, si presenterò sempre puntuale a tutte le lezioni successive per ben 12 anni, dopo i quali Alessia, la sua allenatrice, le propose di fare il suo debutto nelle gare. Sofia non poteva essere...

leggi tutto
BIRRA TIEPIDA IN BICCHIERE FLUO – 2 versione

BIRRA TIEPIDA IN BICCHIERE FLUO – 2 versione

Camilla aveva appena compiuto trent’anni ed era felice. Aveva curato ogni tassello della sua vita. Un marito che amava, una casa in città, un lavoro soddisfacente, pochi amici preziosi. Appena poteva si metteva in viaggio e le bandierine dei luoghi visitati sulla...

leggi tutto
Definizione personaggi

Definizione personaggi

DEFINIZIONE PERSONAGGI Eroe: Ragazza che crede di sapere cose ma in realtà ne sa altre. Ha risorse inaspettate anche per lei. Vorrebbe fidarsi ma c è sempre l'antagonista che la frena. Vorrebbe evolvere e lo farà ma non nel modo che crede. Mentore: Figura piccola...

leggi tutto
PRENDIAMOCI UNA TAZZA DI TE’

PRENDIAMOCI UNA TAZZA DI TE’

“Mi spieghi come posso dire ai miei genitori che voglio andare a vivere a Milano? Cioè, hai presente mio padre? Austero, burbero, che ama ripetermi quanto gli sono costata durante gli studi? Andrea, illuminami, dimmi come potrei convincerli a lasciare il lavoro in...

leggi tutto

I racconti della settimana dell’aspirante scrittore – Lezione 5: Il conflitto

Esercizio: Puoi riprendere uno dei personaggi dei tuoi esercizi precedenti, oppure puoi inventarne uno nuovo. Puoi prendere in considerazione il richiamo all’avventura dell’esercizio sulla struttura narrativa, oppure puoi inventare, sei libero di fare come preferisci. Nell’esercizio di oggi, a conclusione del nostro percorso, devi esercitarti col motore della narrazione.
Dunque scegli un personaggio e chiediti “qual è la cosa peggiore che può accadere a questo personaggio?”.
Naturalmente la tua risposta, cioè gli eventi che narri, devono avere il loro perché, in linea col personaggio. Da questo evento, delinea cosa accade, quali linee narrative potrebbero aprirsi da un singolo evento. Cerca di dare una coerenza narrativa a tutto ciò che butti giù.
Lunghezza massima del componimento: 3600 caratteri, spazi inclusi. 

 

Vetro ed Ebano (conflitto)

Vetro ed Ebano (conflitto)

All'alba del secondo giorno, Guanto Verde entrò nella cella, si accovacció accanto al prigioniero e rise, nel vederlo addormentato. Passarono pochi secondi, quando Miguel avvertì nel sonno un violento calore avvolgerlo e farlo sudare. Si svegliò di soprassalto,...

leggi tutto
Eliot

Eliot

Eliot viveva assieme alla sua famiglia in un piccolo paese della Scozia. La sua vita era quella di un normalissimo ragazzino di 12 anni. Niente di diverso o speciale, anzi per lui era tutto monotono. Si annoiava e spesso, quando guardava fuori dalla finestra della sua...

leggi tutto
Una crepa nel ghiaccio – Fight or Flight

Una crepa nel ghiaccio – Fight or Flight

Sofia aveva accettato la proposta di gareggiare in coppia solo per non restare troppo tempo lontana dal ghiaccio. Erano passati solo due mesi dal suo incidente e già stava impazzendo ma mai si sarebbe aspettata una cosa simile: gli allenamenti erano estenuanti non...

leggi tutto
Ci voleva un gatto

Ci voleva un gatto

Quando torna a casa Sandro ricorda a malapena di togliere le scarpe davanti all'ingresso. Ha due gattini in una scatola di cartone che, per tutto il tragitto in auto dalla pista ciclabile fino in città, hanno miagolato senza interruzione. Non hanno fatto altro. Con lo...

leggi tutto
Antonio

Antonio

Non si era mai sentito un vincente, neppure un perdente. Era un tipo un po’ anonimo, senza infamia e senza lode, la cui vita scorreva lentamente, senza scossoni. Lavorava in un ristorante come cameriere, a volte faceva turni più lunghi che gli permettevano qualche...

leggi tutto
Il miracolo

Il miracolo

Il gattino arrivò in un freddo mattino di febbraio in un trasportino di plastica beige e marrone. Silvia ci aveva pensato un bel po'  prima di decidersi a far entrare un animale nella solitudine della sua casa. Fu un'amica a parlarle di quel gatto salvato sulle...

leggi tutto
Destino beffardo, infame

Destino beffardo, infame

Amanda odiava la pioggia. Il vento freddo, la neve, l’afa estiva, riusciva a gestirli, ma la pioggia no. Battente e copiosa la faceva arrivare praticamente fradicia al lavoro. Anche se il tragitto da casa al metrò, e poi dal metrò all’ufficio non prevedeva più di...

leggi tutto
Turbamento

Turbamento

Mara era sposata da quindici anni e aveva tre figli. Avere una famiglia era il suo desiderio fin da bambina. Aveva coronato il suo sogno con Mauro, un ragazzo che abbracciava i suoi stessi valori. Da qualche anno, Mara si occupava della gestione della casa e dei...

leggi tutto