Menu

Attività

  • Lidia Verdone ha inviato un aggiornamento 3 anni, 6 mesi fa

    @alessandro-mambelli, nel tuo libro Paul si autodefinisce una “puttana letteraria”. Cosa ne pensi degli scrittori che si “prostituiscono” per vendere? E tu, scriveresti mai un qualcosa lontano dalla pura ispirazione ma che abbia più possibilità di vendere?

    4+
    • Ora come ora ti direi di no, però chissà, magari fra vent’anni sarò una vecchia meteora che pur di mangiare o ritornare sulla scena venderebbe qualsiasi cosa. Ma lo penso ora e credo che continuerò a pensarlo, non mi piace quando si scrive qualcosa solo perchè si deve vendere e basta. Una volta una persona mi ha detto che finché non si toglie la vera essenza dell’arte l’arte stessa non può essere commercializzata. Ma credo che in qualcosa nato per essere venduto non ci sia essenza. Quindi no, non credo che farei mai una cosa del genere. L’unica volta che ho seguito non l’ispirazione ma il bisogno di finire un lavoro perchè incompleto mi sembrava uno spreco è venuta fuori una mezza delusione, per cui sono abbastanza restio…

      • Ottima risposta e condivido in pieno, anche per me l’arte è pura espressione ed ispirazione, forzarla verso fini commerciali equivale a farla morire! (Anche se ahimè, il nostro caro, vecchio mondo contemporaneo ne è tristemente pieno di esempi…)