Menu

Attività

  • inverosimilmente ha inviato un aggiornamento 2 anni, 4 mesi fa

    Ieri ho rieltto tutti i racconti pubblicati per GeekoWritingweek18 e ho fatto delle considerazioni:
    – Scrivere mille parole al giorno (ed anche di più) è possibile, ma nel mio caso solo perchè ho il pendolarismo da occupare e nei treni regionali della sera c’è la corrente elettrica per il pc. Richiede tempo da utilizzare bene. Ho notato però che in sette giorni sono arrivati oltre quaranta racconti. Credo sia un buon traguardo – che ne dite @redazione-geeko-editor (@alba @fabio @lidia)
    – Scrivere mille parole al giorno, tutte di “qualità” è possibile solo se decidi di fare della scrittura il tuo mestiere (come ha fatto @olimpiabrancaleone) ; mille parole sono un racconto medio-breve, se non sei Carver (e non lo sono) devi lavorarci più di un’ora in treno. In caso contrario devi tornarci su, tante volte. Non sono per niente soddisfatto di come ho scritto. Di @fre sappiamo ancora poco (relativamente a come lavora ai suoi testi)
    – Scrivere mille parole al giorno è un esercizio mentale; nel mio caso i testi erano tutti collegati come capitoli di una storia. Sono nati estemporaneramente anche se l’idea di fondo circola nella mia testa da un po’ di mesi. Ma mi sono forzato e non poco. Come se avessi l’ansia. Adesso faccio fatica a riprenderli. Devono restare nella memoria del pc ancora un po’ (anche se il progetto di fondo lo riprenderò). Che ne pensi @vale ?
    – Mi capita di essere esagerato nella scrittura, di scrivere tanto, di perdermi – prendermi in mille progetti, ma poi mi rendo conto che se non gli dedico il giusto spazio è solo “numerosità” e non sono Fabio Volo che pubblica un romanzo al giorno o Wilbur Smith. E neppure Giò Evan. E questo deve farmi riflettere. La qualità di ciò che scrivo la devo valutare meglio
    – Ma ho letto nei racconti degli altri qualcosa di davvero interessante. Non sempre innovativo (ma come in tutte le cose e le arti le innovazioni sono rarissime). Come nel mio caso (nel senso che devo rivedere i racconti) credo che molti dei racconti se ripresi possono diventare delle perle.
    – Sono leggermente dispiaciuto. Ho letto tutti i racconti ma non sono ancora riuscito a commentarli tutti. Credo fermamente nel confronto, specie in una materia come la scrittura. La critica in questo ambito è il miglior momenti di crescita. E se a fronte di circa una quarantina di racconti ci sono in totale meno della metà dei commenti, forse devospingere di più sul tasto commenti dopo aver letto.

    1+