Menu

Attività

  • Fabio Antinucci ha inviato un aggiornamento 3 anni, 2 mesi fa

    Oltre che nuove ispirazioni e nuove letture, quest’estate vi ha per caso fatto scoprire qualcosa di nuovo legato alla letteratura? Che so, un genere che avevate trascurato in passato, o un nuovo tipo di libro… io per esempio mi sono dilettato (anche se non tanto quanto avrei voluto) con il librogame!
    @alba @lidia @inverosimilmente @olimpiabrancaleone @mizuage76 @vale

    0
    • Di Eco avevo letto solo saggi e Il nome della Rosa. Questo che sto leggendo adesso è un libro che parla di libri e di nebbia. E il crossover con Brucia è partito subito. Eco, Eco ti è mancato solo il nobel.

    • Ho scoperto gli audiolibri con Audible, un mondo nuovo che offre incredibili opportunità. Ad esempio, ascoltare un libro immersi nel traffico del Lungotevere o del GRA…eccezionale!

      • @mc riesci a seguire tutto il filo del discorso ascoltando un libro letto da un’altra persona? Credo che sia molto impegnativo, richiede una grande concentrazione e probabilmente non tutti i libri sono adatti. Che ne pensi, ora che li hai sperimentati?

      • Ecco MC, anche gli audiolibri sono sulla mia lista delle “innovazioni” che vorrei utilizzare. Più che altro riesci a seguire il filo mentre fai altre cose, tipo guidare?

      • Devo dire che era quello che mi preoccupava di più, mantenere l’attenzione sul racconto letto da un altro. Poi però mi sono accorto che in realtà la voce narrante, quasi sempre un attore/doppiatore con molta capacità di interpretare le varie parti della lettura, trascinava e coinvolgeva al pari della lettura diretta, se non di più. Mio figlio ha ascoltato due libri su cui ha poi fatto le relazioni senza alcun problema, come se li avesse letti lui stesso!

    • Carini i librogame. Quali ci consigli? @fabio

      • Per il momento quelli di Joe Deaver e Lupo Solitario, fra i primi realizzati negli anni 70. Ma devo approfondire, devo ammettere che ne avevo iniziato uno e non l’ho terminato a causa della Fondazione e di Martin XD

    • Come scritto sotto, sono rimasta affascinata dalla letteratura nordica, in particolare quella islandese, e vorrei continuare ad approfondire ( svaligerò l’intero catalogo di Iperborea *__*) . Oltre questo, leggendo La campana di vetro di Sylvia Plath, mi è tornata voglia di riavvicinarmi alla poesia, genere amato che richiedendo però un preciso stato d’animo ho un po’ trascurato ultimamente…ed infine, la riscoperta dei bellissimi romanzi di Verne!