Menu

Attività

  • Fabio Antinucci ha inviato un aggiornamento 3 anni, 6 mesi fa

    Vaaa bene, andiamo al nocciolo della questione: il romanzo parla di un mondo in definitiva estremamente alienato, dove gli umani hanno rifiutato il contatto fisico per preferire il “visionarsi” (per chi non l’avesse letto: sul pianeta Solaria ci si incontra solo tramite proiezioni di sé stessi, come ologrammi), per paranoia verso i pericoli esterni.
    Io ci ho letto una gran bella prefigurazione anni ’50 del fatto che spesso oggi molte persone si rifugiano nel virtuale per avere rapporti, rifiutando o riducendo le occasioni di incontro con gli altri (e per incontro mi riferisco a riunioni, feste, occasioni d’incontro) diventando, di fatto, monadi isolate.
    Anche voi avete avuto quest’impressione?

    2+