Menu

Chiara Bellese

  • Chiara Bellese ha pubblicato un nuovo commento all'attività 1 settimana, 3 giorni fa

    Ciao @Alba Grazioli, grazie per il tuo commento. Negli altri brani che ho inserito, sono andata accapo. In questo, non ci avevo pensato.

    Lo riprenderò sicuramente per ampliarlo. Mi è piaciuto come tipologia di esercizio non avevo mai pensato di scrivere un brano ispirato ad una canzone. Grazie!

    0
  • Chiara Bellese ha scritto un nuovo articolo, Turbamento in La settimana dell’aspirante scrittore 1 settimana, 4 giorni fa

    Mara era sposata da quindici anni e aveva tre figli. Avere una famiglia era il suo desiderio fin da bambina. Aveva coronato il suo sogno con Mauro, un ragazzo che abbracciava i suoi stessi valori.

    Da qualche […]

    0
    • Ciao @chiara-bellese, questo racconto avrebbe bisogno di più spazio narrativo: nelle poche battute dell’esercizio purtroppo risulta abbastanza compresso e le spiegazioni analitiche date per tratteggiare il personaggio non forniscono l’aggancio al lettore per l’immedesimazione, quindi il racconto rischia di non lasciare il segno.

      Ti consiglio di riscriverlo dandoti più spazio e dando più spazio e colore alle emozioni dei personaggi. Perché non provi a raccontare in prima persona?

      Ricordati la lezione del racconto per immagini e dipingi situazioni, episodi, sentimenti.

      Amplia anche un po’ il finale: sarebbe più verosimile se mantenesse qualche nota stonata, il classico “lieto fine” può non soddisfare il lettore.

      Buona scrittura e a presto!

  • Chiara Bellese ha scritto un nuovo articolo, Credere nelle proprie idee in La settimana dell’aspirante scrittore 1 settimana, 4 giorni fa

    La passione di Nora era allestire la vetrina del negozio per il quale lavorava. La faceva sentire importante perché tutti guardavano le vetrine passeggiando e spesso si fermavano a guardare la sua.

    Le sue […]

    0
    • @chiara-bellese Ho letto i due diversi sviluppi e penso che il racconto sia nettamente migliorato: la struttura narrativa è ben delineata, ma c’è anche un approfondimento del carattere del personaggio attraverso le sue azioni e i suoi pensieri.

      Ho apprezzato che in questa versione, a differenza della prima, siano le amiche a scoprire la proposta di lavoro che è stata fatta a Nora: l’ho trovata una scelta di stile elegante.

      Farei qualche accenno in più all’invidia delle colleghe, ha una funzione narrativa importante.

  • Chiara Bellese ha scritto un nuovo articolo, Mettersi in mostra in La settimana dell’aspirante scrittore 1 settimana, 5 giorni fa

    Nora abitava con i suoi genitori vicino al negozio nel quale lavorava. Lo raggiungeva comodamente a piedi, era il primo e unico lavoro che avesse mai fatto. Le sue giornate trascorrevano sempre uguali: sveglia, […]

    0
  • Chiara Bellese ha scritto un nuovo articolo, Perdersi in un bicchiere in La settimana dell’aspirante scrittore 2 settimane fa

    Ferma immobile, lo sguardo fisso avanti a sé e la testa piena di pensieri. Stava partecipando controvoglia a una colazione con dei possibili pretendenti, dopo che i suoi genitori l’avevano obbligata. A lei pr […]

    0
    • Ciao @chiara-bellese, in questo racconto hai delineato molto bene i turbamenti della protagonista, ma forse hai svelato troppo: l’analisi psicologica nella costruzione di un personaggio è importante nei lunghi racconti, ma in questo brevissimo scritto sarebbe stato più efficace far trapelare i sentimenti della ragazza attraverso gesti e sensazioni.

      Per esempio, il riferimento al chiacchiericcio molesto del ragazzo vicino a lei e all’odore dell’ambiente sono due dettagli che rimangono impressi e che già possono raccontare molto del modo che la protagonista ha di percepire la realtà.

      Il piccolo flashback dovrebbe essere appena accennato per essere più d’impatto, lasciando un po’ di curiosità nel lettore. Potrebbe trattarsi anche solo di qualche immagine che torna in mente a causa dell’alcol, subito ricacciata indietro, per non affrontare il vecchio dolore.

      Purtroppo nei racconti così brevi è davvero difficile condensare tutto ciò che si vuole dire, togliendo il superfluo per far risaltare le giuste informazioni e sensazioni: prova a riscriverlo analizzando meno e raccontando di più. In altre parole: show, don’t tell ; )

      P.s.: fai attenzione all’alternanza tra tempi passati e tempo presente.

  • Chiara Bellese ha scritto un nuovo articolo, Sospirate ferie in La settimana dell’aspirante scrittore 2 settimane fa

    Ero distesa sull’erba in mezzo agli alberi del piccolo lago di Glendalough, nella mia amata Irlanda: il mio angolo di paradiso in cui giungevo appena mi si presentava l’occasione. Giacevo rilassata su una grande c […]

    0
    • Ciao @chiara-bellese, un bello spunto questo racconto! Mi piacciono l’ambientazione e la situazione fantastica.
      Piccolo suggerimento di formattazione: dai un po’ più di “aria” al testo, con qualche accapo, per dare respiro e ritmo alla narrazione.

      Fai attenzione alla cadenza delle frasi, un po’ troppo serrata, anche se forse dipende dalla necessità di scrivere un racconto brevissimo. Potresti lavorarci su e ampliarlo, che ne dici?

      Buona scrittura!

    • Ciao @Alba Grazioli, grazie per il tuo commento. Negli altri brani che ho inserito, sono andata accapo. In questo, non ci avevo pensato.

      Lo riprenderò sicuramente per ampliarlo. Mi è piaciuto come tipologia di esercizio non avevo mai pensato di scrivere un brano ispirato ad una canzone. Grazie!