Menu

Attività

  • Alba Grazioli ha inviato un aggiornamento 3 anni, 2 mesi fa

    Ciao geeki! Si ritorna operativi al 100% con tutte le nostre iniziative, tra cui le serate del caffè letterario. Faccio una domanda generica rivolta a tutti coloro che vorranno rispondere: cosa avete letto quest’estate? Abbracciate la filosofia delle “letture da ombrellone” oppure pensate che l’estate sia l’occasione giusta per leggere libri più impegnativi, quelli in attesa sul comodino da mesi? Avete dei bei libri da consigliare? Scatenatevi!
    @inverosimilmente @fabio @mc @lidia @alessandraloreti @nadiayume @mizuage76 @olimpiabrancaleone @vale @tuttacolpadiunlibro @alessandro-mambelli

    3+
    • Ho già tormentato la community con le mie letture estive, ma lo ribadisco: ho letto davvero molti libri dei generi che più mi piacciono e alcuni di essi me li porterò dentro per molto tempo. American Gods di Neil Gaiman, Il Battello del Delirio di George R.R. Martin (sì, quello de Il Trono di Spade) e quasi tutto il ciclo della Fondazione mi hanno fatto sognare. Due mesi d’estate davvero belli, belli, belli, nei quali ho approfondito i miei generi preferiti e soprattutto ho riscoperto il piacere della lettura intensiva, cosa che mi mancava da troppo tempo 😀

    • ciao a tutti ragazzi, buonasera!
      Dunque, io in agosto ho letto:
      – Ti scriverò prima del confine, di Diego Barbera, che ho consigliato anche a @vale
      – Tempo di spettri di Leo Perutz
      – Cronache del Rum di Hunter S. Thompson
      – Ho servito il Re d’Inghilterra di Bohumil Hrabal
      Ho amato moltissimo i primi due, il terzo non l’ho adorato ma è comunque una lettura piacevole. Il quarto, wow, non lo consiglierei a tutti, un modo di scrivere (e di leggere) davvero atipico, difficile da seguire, ma molto interessante.

    • Penso che l’estate sia la stagione giusta per recuperare un po’ di letture, quelle accumulate durante le stagioni precedenti dove è difficile star dietro a tutte le nuove uscite.
      Tuttavia ogni estate finisco per leggere pochissimo perché le cose da fare son troppe, tutte insieme.
      Penso che l’estate sia la stagione giusta per fermarsi e pensare. Avremo tutto l’inverno per riempirci di parole.
      Dunque ho letto un solo libro, Il mestiere di scrivere di Carver, e ho trovato molte risposte e preso decisioni importanti.

    • Buonasera, mi è capitato per caso di leggere la scorsa settimana pappagalli verdi di Gino Strada, una lettura inaspettata che mi ha colpito molto!

    • Buonasera a tutti e bentornati ! Questa estate la gran parte delle mie letture son stata influenzate dalla programmazione di un meraviglioso viaggio sognato da tempo: la magica Islanda! Ho iniziato così a viaggiare con la testa prima che con il corpo… ho scalato lo Snæffels in compagnia di Verne, ho ripercorso luoghi mistici e leggendari sfogliando l’Atlante leggendario delle strade d’Islanda, ho conosciuto più da vicino l’anima di questo paese tra le pagine di Jón Kalman Stefansson ed infine continuo a ricordare questo paese meraviglioso perdendomi tra le righe di Word Light, (purtroppo non tradotto in italiano) romanzo del vincitore del Nobel per la letturatura, Halldor Laxness. Che dire? La letteratura nordica mi ha letteralmente rapita, continuerò sicuramente ad approfondire. Qualche altro appassionato che sa consigliarmi in merito? 🙂

    • @fabio a me d’estate piace stare col naso all’insù e godere di tutti quei colori e quelle luci che d’inverno mancano.
      Sarà che vivendo a Londra la mia estate dura davvero due settimane perché al mio ritorno so che c’è l’autunno ad aspettarmi 🙁
      Lo scorso fine settimana ho acceso i termosifoni…