Menu

Sento le onde del mare che si susseguono dolcemente… poco dopo, le note morbide e armoniche dei fiati e poi ancora degli archi mi trasportano in una dimensione di pace e tranquillità, lontana da quello che mi circonda.

Sono melodie ascoltate decine o forse centinaia di volte in quasi 18 anni: Elena, mia sorella mi regalò il CD poco tempo prima che Luca nascesse.

Da allora è diventato ufficialmente il leitmotif delle mie gravidanze e ha suonato ininterrottamente per ore in sala parto quando sono nati prima Luca e 3 anni dopo Giulia. Corrado, mio marito, probabilmente per overdose, da allora non riesce più ad ascoltarlo.

Per me invece è sinonimo di relax e per i ragazzi, quando erano piccoli, era un ottimo aiuto per calmarli.

Ora, sdraiata sulla poltrona del terrazzo, con queste note di sottofondo, chiudendo gli occhi vedo una spiaggia: è quasi deserta, illuminata da un sole basso che con la sua luce scalda tutto ciò su cui si posa… è tardo pomeriggio e i colori sono accesi, carichi e intensi, come se un pittore avesse ecceduto con la tempera.

Il mare, azzurro e trasparente, è calmo… le onde si “spalmano” sul bagnasciuga in modo ritmico quasi in una danza alternata.

Il profumo della pineta, appena dietro, riempie l’aria, mentre sulla spiaggia sono rimaste solo quattro persone… l’ora di cena ormai vicina ha vinto sulla maggior parte dei bagnanti che ad uno ad uno se ne sono tornati verso casa.

E’ calato il silenzio sulla baia interrotto soltanto dalle risate dei due bambini che, saltando le ondine che arrivano a riva, si schizzano a vicenda.

Come davanti ad un quadro d’autore i due genitori guardano incantati la scena… i loro bambini, le loro creature, giocano spensierati con semplicità e gioia mentre il sole tramonta in uno straordinario evento quotidiano trasformando ogni cosa intorno ed irradiando un’energia magica… E in effetti è proprio la magia della vita: momenti apparentemente normali, che capitano tutti i giorni, ma che se ci si ferma un attimo ad osservarli ci inondano di bellezza e di amore.

Apro gli occhi e scopro che anche se non è l’ora del tramonto, anche se non sono in riva al mare e anche se la brezza non mi sta accarezzando sono pervasa da un senso di pace e gratitudine.

Qualche informazione su paola.lazzaroni@hotmail.it

Vedi tutti i post
No Posts for this author.
[Voti: 0   Media: 0/5]
0