Menu

Portami dove inizia la notte,  

lì dove ogni cosa è più scura e silenziosa.  

Portami dove le parole sono mute  

e le voci si fanno sottili, come spilli.    

Le stelle sono aghi di luce,  

uniscono il cielo al mio corpo  

e tu sei come luna,  

candida sfera lattea,  

che di bianco m’illumina.    

Portami dove i sogni  

sono più nitidi e il cielo ci accoglie.  

Conducimi lì dove i suoni  

restano tra i denti  

e gli occhi si svelano.    

Raccontami di mondi nuovi e distanti,  

dove i nostri profili  si perdono

e ogni cosa  diventa illusoria.  

 

Ascolta la mia lettura su Soundcloud

Qualche informazione su davideuria

Davide Uria è nato nel 1987 a Trani. Diplomato in grafica e laureato in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Nel 2005 si classifica terzo nella categoria Giovani del Concorso Nazionale di Poesia “Segni d’appartenenza”. Ha collaborato con l’ufficio stampa del Mart di Rovereto (TN) e come cultore della materia presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Scrive poesie, realizza illustrazioni, scrive di arte su Just Kids Magazine e insegna Storia dell’arte all’UniTre di Trani. "Trame d’assenza" è la sua prima pubblicazione, Augh! Edizioni, 2017.

Vedi tutti i post
No Posts for this author.
[Voti: 3    Media Voto: 3.7/5]
0