Menu

Rose rosse intorno a me che il vento non riesce a far volare via. Ciao Rosy  questa io l’ho dedicate a te dice la canzone. Io lo so che é Ciao Roby. L’ho scritta una notte in quarantena pensando a te mi dice mentre mi tiene stretta la mano e le labbra piene di baci. Quei baci che pensavo fossero solo ormai un ricordo. Tu lo scrivi nella canzone “Rosy sei bellissima, è crudele dirti queste cose, perdere per sempre tutte quelle rose, Rosy mi dispiace voglio solo lei, amo un altra donna”. E sento il dolore di quelle lacrime che scendevano a dirotto sul viso bagnando la pelle del divano. Le ascoltavo tutte le canzoni che stavi scrivendo in questo periodo di quarantena, ma questa fa male. È finita per sempre, il tuo cuore vuole danzare solo con lei, si è fermato su una donna, a te che piaceva cosi tanto danzare con me  e io c’ero sempre quando volevi danzare, e ci sarei stata anche quella notte di fine Marzo, anche se non potevamo uscire ma avrei voluto dirtelo “continuiamo a danzare, non mi importa se ami un’altra donna”.  La musica per noi non finirà mai, noi la sentiamo anche se  siamo lontani, anche se balliamo tra altre lenzuola, non puoi aver deciso di togliere la puntina dal giradischi e di metterla a riposo. Il mio cuore danza quella notte su un pavimento bagnato, ma non scivolo perché il mio cuore mi sorregge. Tu abiti nel mio cuore, io contro cuore non danzo mai, il mio cuore sa la sua strada e io lo seguo asciugando ogni lacrima, inizio a ridere, a ridere felice, perché il mio cuore ti vuole ancora e sa aspettarti. È una notte di giugno con le stelle sopra i nostri baci, i piedi nella sabbia fredda, i vestiti che scivolano via dietro a una barca, e danziamo felici perché noi danziamo nel presente, quattro anni che danziamo nel presente, senza promesse, ma solo seguendo il ritmo del cuore. “A presto Rosy” e tu ritorni, e tu ritorni sempre da me anche se ami un’altra donna. 

Qualche informazione su Roberta La Placa

Vedi tutti i post
No Posts for this author.
0